Scrivere: chi ha paura del cliché?

Diciamocelo: è stato scritto di tutto, ed è stato scritto di tutto sul succitato “tutto”. E’ impossibile, – per darci speranza diciamo altamente improbabile -, scrivere qualcosa che non sia simile, o “ispirato da”, o che ricordi un altro testo, o trama, o personaggio.

Cosa fare? La ricerca dell’originalità è sempre una buona cosa, a tutti piacerebbe inventare un genere o, magari, anche solo una nuova sfumatura. Il problema è che, davvero, la narrativa era già stata esplicitata in tutte le sue forme già tra il Tigri e l’Eufrate. Immagino una discussione tra due sumeri:

“Hai letto quello nuovo su Gilgamesh?”

“Seeeh, però è praticamente uguale all’epica di Aurha Mazda.”

“Ma no! Ma che dici? Il personaggio è diverso!”

“Seeeh, ma la storia è uguale…”

 

Leggi tutto “Scrivere: chi ha paura del cliché?”

Scrivere: solo dolori?

Scrivere. Quando si intraprende l’erta china del narratore, ci si imbatte in una collezione scelta di frustrazioni: la qualità del proprio scritto, la leggibilità, gli intrecci, la credibilità dei personaggi, l’originalità delle storie e così via.

Tante problematiche, intime perché toccano la propria voglia di creare, e difficili perché necessitano di talento, di esercizio, di umiltà e, anche in questo caso, chi più ne ha più ne metta. Ma scrivere è solo una dantesca punizione? Un eterno fare e rifare senza una gioia?

Leggi tutto “Scrivere: solo dolori?”

Le dimensioni contano?

Non mi sono dato al porno, tranquillo. Né sto consolando amici con scarsa autostima. Sto parlando di lunghezza dei brani e dei capitoli.

Ci sono diverse scuole di pensiero su questo argomento: quanto deve essere lungo un racconto? Quanto un capitolo? Sono domande che tutti coloro che si sono avvicinati al magico mondo della scrittura si sono posti.

Spesso capita di scrivere un bel capitolo, che ci piace proprio, e scoprire che è venuta fuori una paginetta scarsa. Che fare? Allungare, col rischio di diventare prolissi e rovinare il ritmo, oppure fregarcene bellamente e fare capitoli di venti pagine alternati a capitoli di mezza facciata, scritti larghi come alle medie, per fare bella figura?

Leggi tutto “Le dimensioni contano?”